Modulo 3 – 3° Incontro

ZOOM

Perché nella comunicazione teatrale, il “testo” c’è sempre, anche quando non è la prima pedina da muovere? Provare, improvvisare, giocare, interpretare, costruire, interagire, muoversi in corpo e voce nello spazio… sono azioni che possono avere a che fare sia con l’attività espressiva o parateatrale, sia con la trasposizione sulla scena del “testo” quando il gioco creativo elaborato all’interno del gruppo vuole aprirsi all’esterno. Si ha voglia, dunque, di comunicare con l’altro da sé, di coinvolgerlo quale che sia la forma spettacolare scelta, funzionale o gradita. Prenderemo in esame alcune di queste azioni, generi e forme spettacolari.

Formatori: Loredana Perissinotto e David Conati

Modulo 3 – 4° Incontro

ZOOM

Un testo scritto, o anche una partitura d’azioni, quando è “traghettato” in scena subisce una trasformazione, fosse solo per lo spazio al chiuso o all’aperto in cui muoversi e interagire. Elementi di scenografia, costumi, oggetti scenici, musiche, effetti sonori, luci…in che modo vedere se sono funzionali ed integrati per entrare in scena? Alcuni esempi narrati e da vedere.

Formatori: Loredana Perissinotto e David Conati